Loghi, marchi, stemmi

 

Si invitano tutti coloro ai quali venga concesso - a vario titolo - l'utilizzo del logo degli enti a riprodurlo correttamente così come viene fornito.

  1. Il logo non è modificabile: le sue parti non possono essere separate e/o ricomposte;
  2. in caso di riduzione o ingrandimento, occorre mantenerne inalterate le proporzioni;
  3. il logo e la denominazione dell'ente, in ogni caso, devono essere opportunamente distanziati dai brand commerciali, per evidenziarne la peculiarità di Ente Pubblico, portatore di interessi generali;
  4. l'utilizzo del logo da parte di soggetti esterni è possibile solo se espressamente autorizzato, previa formale richiesta alle strutture competenti per singola materia;
  5. l'utilizzo deve intendersi sempre ed esclusivamente collegato all'iniziativa specifica e solo per il periodo corrispondente; in caso di concessione ad un soggetto, pubblico o privato, di una delle tipologie di sostegno finanziario (contributi, sponsorizzazioni, convenzioni, ecc...), si autorizza l'uso del logo a condizione che il soggetto ne dia adeguata visibilità sul materiale promo-pubblicitario prodotto - attraverso la sua fedele riproduzione - e con l'obbligo a sottoporre le bozze grafiche agli uffici che lo hanno concesso, prima di procedere alla stampa;
  6. al fine di evitare confusione e poca coerenza, queste regole devono essere applicate in ogni attività di comunicazione;
  7. L'utilizzo di loghi diversi da quelli ufficiali, può comportare la revoca del contributo concesso all'iniziativa.

Di seguito i link per scaricare i loghi da inserire nelle pubblicità e negli stampati delle iniziative culturali (dopo preventiva autorizzazione).

 

Provincia di Viterbo

 

Regione Lazio

 

Sistema museale di Viterbo

 

 

 
Valuta questa Pagina
stampa