Via Saffi, 49 01100 VITERBO     |     provinciavt@legalmail.it     |     0761 3131

Festival degli etruschi: i pirati della bellezza. Il programma delle iniziative

Velca (Tomba dell'Orco)
La fanciulla Velca della tomba dell'Orco di Tarquinia (IV secolo a.C.)

"Si parte. Ebbene sì, lo vogliamo dire, questo del Festival degli etruschi è un sogno che da tempo volevamo realizzare. Che da tempo era nelle nostre menti. Un sogno che parte, come tutti i sogni di una certa complessità, tra mille problemi da superare. Ma noi abbiamo una certezza: il brand "Etruschi” è il più potente e il più affascinante che questa provincia e il suo capoluogo possano spendere sul mercato del turismo nazionale e internazionale. Senza nulla togliere a tutto il resto, dal Medioevo ai Papi, tutte linee di lavoro che vanno sviluppate, siamo certi che gli etruschi sono un attrattore turistico – culturale di livello internazionale unico. E vogliamo render chiaro che la Tuscia è, senza dubbio, il cuore dell’Etruria. Questa sarà la prima edizione del Festival degli etruschi, ma l’intenzione e la speranza è che ogni anno l’evento si ripeta e diventi un appuntamento fisso rilevante. Un appuntamento che diventi uno dei motori dello sviluppo del Viterbese e non solo. La certezza è che questa provincia può svilupparsi solo attraverso la sua bellezza culturale e le sue bellezze naturali. E per questo che siamo convinti che per la Tuscia si prospetti un futuro da Pirati della bellezza. Buon Festival degli etruschi a tutti.

(dalla brochure Festival degli Etruschi. I Pirati della Bellezza)

 


***


Indirizzi di saluto

 

Dario Franceschini, Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo
La Costituzione affida la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale nazionale alla Repubblica, investendo così l’intero corpo sociale e istituzionale del paese di un’altissima responsabilità. Questa iniziativa, che vede affiancate importanti realtà economiche del territorio e una libera istituzione pubblica, adempie pienamente a tale compito, mobilitando cittadini e associazioni nella ricerca di un percorso che promuova solidamente il territorio proprio attraverso i tesori che custodisce. Sono certo che le energie che scaturiranno da Etruschi – I pirati della bellezza potranno creare notevoli opportunità per la Tuscia, soprattutto sul versante turistico. Il ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo saprà favorire tutte quelle iniziative volte alla valorizzazione del vostro territorio. Con la legge Art Bonus abbiamo introdotto importanti innovazioni proprio per favorire la realizzazione di circuiti turistici di grande bellezza. Sono sicuro che queste norme vi potranno essere di grande aiuto per realizzare il vostro progetto. Buon Anno degli Etruschi.

 

 

Alfonsina Russo, Soprintendente per l’Archeologia del Lazio e dell'Etruria meridionale
Quando, nell’estate del 2014, Tusciaweb e Caffeina proposero di dedicare il 2015 agli Etruschi, a 30 anni esatti dall’Anno Internazionale degli Etruschi del 1985, la Soprintendenza ha aderito immediatamente. C’era bisogno infatti di una spinta, di un rilancio che potesse riportare gli Etruschi ad un ruolo principe nell’immaginario collettivo degli italiani. Per questo nel 2014 la Soprintendenza si è attivata per allestire, nel Palazzo delle Esposizioni, una versione italiana della mostra organizzata in Francia sugli Etruschi al Louvre; ha dato vita inoltre ad un grande progetto, in collaborazione con i Comuni di Viterbo e Orvieto e supportato da altri 15 comuni di Lazio, Umbria e Toscana: Experience Etruria. Una grande festa in cui i visitatori sono chiamati a esplorare luoghi meravigliosi, seguendo quattro sorprendenti itinerari: le vie dell’acqua, le vie del vino e del sale, le vie dell’olio e del grano, le vie dei boschi. E il Festival degli Etruschi è proprio questo: una grande festa che getta nuova luce su un popolo antico, che è stato determinante nella storia del nostro paese e che ha contribuito a costruire la nostra immagine di uomini e donne di oggi.

 

*** ( ) ***

 


A cura di Università della Tuscia, Caffeina Cultura e Tusciaweb e con il patrocinio di Ministero per i beni e le attività culturali Soprintendenza Archeologica del Lazio e dell'Etruria Meridionale, Comuni di Viterbo, Barbarano Romano, Bolsena, Capranica, Civita Castellana, Corchiano, Marta, Monte Romano, Nepi, Soriano nel Cimino, Tarquinia, Tuscania, Valentano (VT), Allumiere, Canale Monterano, Civitavecchia, Fiumicino, Ladispoli, Manziana, Santa Marinella, Tolfa (RM), Pienza (SI).

 


*** ( ) ***

 

a cura dell'Ufficio relazioni con il pubblico, urp@provincia.vt.it


(lunedì 7 settembre 2015)

 

Allegato

stampa