Via Saffi, 49 01100 VITERBO     |     provinciavt@legalmail.it     |     0761 3131

Emergenza Coronavirus: anche la festa di Sant’Antonio si deve affidare al virtuale

Focarone di Bagnaia
Il "focarone" di Bagnaia (Vt)

I comunicati della Pro loco di Bagnaia e dell’amministrazione comunale di Civita Castellana

 

*** ( ) ***

 

Bagnaia


“Il Focarone 2021 si farà: questa la promessa degli organizzatori del Sacro Fuoco di Sant’Antonio di Bagnaia, che tradizionalmente anima e scalda la sera del 16 gennaio, attraendo un grande numero di persone da tutta la provincia di Viterbo e non solo.

Quest’anno il dilagare dell’epidemia da Covid-19 ha ovviamente reso impossibile pensare di organizzare la festa come tutti la conosciamo, con balli, canti e i partecipanti tutti riuniti intorno all’alto “focarone” che occupa il centro della piazza, riscaldando la fredda notte di gennaio.

Per questo il presidente della Proloco di Bagnaia Yuri Miralli e del Comitato del Sacro Fuoco Antonio Proietti Ragonesi, insieme al Comune di Viterbo sotto delega dell’Assessore Marco De Carolis, hanno comunicato che si svolgerà un evento virtuale “per non far interrompere l’antica tradizione che vanta il borgo di Bagnaia. Il giorno 16 – scrivono in una nota Miralli e Proietti Ragonesi – verrà installato un videoproiettore sulla facciata della chiesa di Sant’ Antonio che trasmetterà le fasi più salienti dell’evento che avrà inizio all’imbrunire come da tradizione dell’accensione. Si ringrazia il comune di Viterbo, la Proloco di Bagnaia, il Comitato Sacro Fuoco di Sant’Antonio e tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione dell’evento”.

Si legge così sulla pagina Facebook del Sacro Fuoco di Sant’Antonio: “Quest’anno, come già sapete tutti, il Sacro Fuoco di Sant’Antonio non si farà – purtroppo la pandemia lascia un vuoto nella tradizione del nostro Paese. Ci manca cucinare, ballare e festeggiare insieme in questo giorno magico che è il 16 gennaio da sempre”, scrivono.

“E perché non riempire questo vuoto con i ricordi, gli istanti e i valori di quello che per noi è il “focarone”. Per questo motivo sui nostri canali social vi faremo rivivere tutti i momenti che caratterizzano la festa più bella che abbiamo. Il #Focarone2021 si fa”.

*** ( ) ***

Civita Castellana
Come da consuetudine l’usanza di mettere in piazza il famoso “Puccio” di carnevale non può essere un qualcosa di rinunciabile. Dunque manterrà, anche se parzialmente, le sue abitudini folkloristiche. Segno distintivo del territorio anche in un anno fatto di rinunce come quello attuale. Il simbolo della tradizione più sentita dalla popolazione civitonica verrà comunque esposto come di norma, il 17 gennaio. Nonostante la pandemia abbia costretto per il 2021, alla rinuncia alle consuete sfilate dei carri allegorici.

Domenica 17 alle ore 15,00, seppur senza la presenza della tradizionale banda folkloristica “La Rustica” a cui quest’anno si dovrà rinunciare per via delle restrizioni anti assembramento, andrà comunque in scena l’allestimento del Puccio, noto simbolo del carnevale. Installato in Piazza Matteotti, come ogni anno, segnando apertura e chiusura del periodo carnevalesco.

Vista la rinuncia alla festa più sentita dalla cittadinanza civitonica – molto seguita e riconosciuta anche fuori -, l’amministrazione comunale ha voluto comunque omaggiare i propri cittadini nel periodo del carnevale con una insolita opera che sarà tutta da svelare nel giorno del suo allestimento.

Data l’impossibilità di presidiare, sia per gli adulti che per i più piccini, per motivi di sicurezza, è prevista una diretta social sul canale Facebook del Comune di Civita Castellana, che permetterà di essere comunque “presenti” e vicini, anche se virtualmente per assistere allo svelamento di un qualcosa che quest’anno rappresenterà comunque una sorpresa. Presentando alcuni indiscutibili tratti di novità rispetto alle precedenti edizioni proprio per compensare – per come possibile – almeno in piccola parte, il vuoto creato da una rinuncia importante per la tradizione del paese civitonico.

Luca Giampieri (Sindaco) e Simonetta Coletta (Assessore Cultura e Spettacolo)

**** ( ) ***

(mercoledì 13 gennaio 2021)

A cura dell’Ufficio relazioni con il pubblico; urp@provincia.vt.it

 

stampa