Via Francigena

itaengdeufra
comune
ACQUAPENDENTE
Descrizione

Vivace cittadina che risente degli influssi della vicina Toscana, è capoluogo di un comune agricolo fra i più importanti del Viterbese, con notevole produzione di legumi, ortaggi e vino, e con fabbriche artigiane di ceramica. All'ingresso dell'abitato si incontrano la Torre medioevale detta Julia de Jacopo, Porta delle antiche Mura e, di fronte, la Cattedrale del Santo Sepolcro, consacrata nel 1149 dal Vescovo Aldobrandino da Orvieto. Importante anche la chiesa di San Francesco, precedentemente intitolata a Santa Maria, originariamente gotica, che venne consacrata nel 1149 e dai Benedettini passò ai Conventuali nel 1255; tra il 1506 e il 1534, su progetto di Raffaele da Prato, venne innalzato il campanile che attualmente ospita tre campane, la maggiore delle quali è stata fusa da Giovanni da Ferentino nel 1472. Tra gli altri monumenti, di rilievo il ponte sul fiume Paglia, che Papa Gregorio XIII fece costruire nel 1580 su progetto dell'architetto Fontana e che fu detto appunto Ponte Gregoriano. La Riserva Naturale di Monte Rufeno, a 2 Km a nord di Acquapendente, occupa circa 3000 ettari del territorio tra la quota di m 200 e m 748 s.l.m.; nella Riserva, ricca di boschi secolari, vivono numerose specie di animali, dal cinghiale al gufo reale, dalla faina alla tartaruga. L'ambiente è particolarmente suggestivo e attrezzato per escursioni, maneggio, pic-nic e ospita il Museo del Fiore, museo naturale di botanica.Tra le manifestazioni, particolarmente suggestiva è la Fiera dei Campanelli, che si tiene annualmente nella domenica in Albis, istituita già prima del 1150 come momento di scambio di merce soprattutto ad opera dei numerosi pellegrini in cammino per Roma e provenienti da ogni parte d'Europa. La prima domenica dopo il 15 maggio vi si tiene, a ricordo della cacciata del Barbarossa, la festa della " Madonna del fiore ", in cui vengono fatti sfilare i cosiddetti Pugnaloni, grandi quadri a soggetti religiosi o allegorici, sempre variati, composti con foglie e petali di fiore. Sempre nel mese di maggio si svolge la Festa di S.Antonio con la processione dei " Muratori ". Da segnalare, infine, il Carnevale di Acquapendente, uno dei più vivaci del viterbese, legato soprattutto alla tradizione dei carri allegorici prodotti in cartapesta.

Fotografie

Basilica del S. Sepolcro - La cripta col Santo Sepolcro
Basilica del S. Sepolcro - La cripta col Santo Sepolcro
  • LA VIA FRANCIGENA NELLA TUSCIA   • PROCENO   • ACQUAPENDENTE   • SAN LORENZO NUOVO   • BOLSENA   • MONTEFIASCONE   • VITERBO   • VETRALLA   • CAPRANICA   • SUTRI   • MONTEROSI   • SAN MARTINO AL CIMINO   • RONCIGLIONE
 
Valuta questa Pagina
stampa